mercoledì 13 dicembre 2017

RECENSIONE PANE PEMA

PANE PEMA









Carissimi Lettori oggi vi parlo di Pane Pema;
Il vero pane integrale di segale della tradizione tedesca. Con la lista di ingredienti più corta che ci sia: segale integrale, acqua, sale e nient'altro.

La storia di PEMA nasce nel 1950.
Pema in tibetano significa fior di loto e ha come significato simbolico la purezza. Una bella intuizione, vista con gli occhi di oggi. 

Tre sono infatti i principi-guida della nuova attività: usare cereali provenienti da un’agricoltura pulita, senza chimica, scegliere lavorazioni semplicissime, capaci di esaltare il gusto e di mantenere intatte le proprietà nutrizionali dei cereali e usare tutto il tempo che serve. Sono le regole per fare un pane buono. Ma anche un pane che fa bene.


























Lo Abbiamo assaggiato con del formaggio spalmabile, della ventricina(Tipica Abruzzese!) e con la salsa di peperoni!!Sono davvero eccezionali. Abbiamo provato le varianti pane integrale agli 8 cereali, Pane integrale di Segale e Pane Integrale con Avena!




RECENSIONE CANTINE DEL NOTAIO

CANTINE DEL NOTAIO







Carissimi Lettori, VI PARLO DI "IL PASSAGGIO": Vino Spumante Brut – Metodo Charmat dell'Azienda Cantine del Notaio!è un Brut ma è molto amabile e dal sapore raffinatato!
La passione per la viticoltura è antica nella famiglia Giuratrabocchetti e si tramanda da generazioni.

E' da questa tradizione che nasce, nel 1998, l'azienda Cantine del Notaio, quando Gerardo Giuratrabocchetti, laureato in Scienze Agrarie, raccoglie, con la moglie Marcella, la sfida di valorizzare l'Aglianico del Vulture coltivato nelle proprie vigne, unendo tradizione, innovazione, storia e cultura del territorio.

Con il Professor Luigi Moio, ordinario di Enologia presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II", si approfondisce la ricerca sulle potenzialità enologiche di questo vitigno, il più importante del Sud Italia, austero e generoso al tempo stesso e capace di regalare vini dalla straordinaria personalità.
La sede dell’azienda è a Rionero in Vulture. 

La famiglia Giuratrabocchetti ha coltivato per diverse generazioni vigneti in questa zona. I nomi dei vini prodotti in azienda rimandano tutti al mondo notarile in quanto questa era la professione del padre di Gerardo.
L'azienda sin dalla fondazione ha dedicato particolare attenzione alla scelta dei vigneti ed il progetto da sempre è stato improntato alla valorizzazione dell’Aglianico. 

Le Cantine del Notaio possiedono 26 ettari di terreni distribuiti nell’area del Vulture. Tutti i vigneti hanno un’età superiore ai trent'anni, ed in alcuni casi le vigne sono di oltre cent’anni. L’Aglianico è forse il più importante vitigno del sud Italia e si coltiva sulle pendici del Vulture, un vulcano spento della Basilicata. È per questa sua particolare ubicazione e per il microclima della zona che l’Aglianico del Vulture ha caratteristiche compositive e di maturazione diverse dagli altri vini. 

È infatti uno dei vitigni più tardivi per epoca di lavorazione, che solitamente avviene verso fine ottobre/inizio novembre. Inoltre i minerali presenti in questi terreni vulcanici conferiscono al vino rosso del Vulture una personalità forte, condita da riflessi color rubino ed aromi complessi. 
Altro elemento caratteristico della zona è il tufo, che è presente sia sottoterra, dove favorisce l’accumulo di riserve di acqua che possono essere sfruttate nei periodi più secchi dell’anno, sia in superficie, dove le grotte scavate nella sua roccia sono utilizzate come cantine per l’invecchiamento dei vini.


IL PASSAGGIO: Vino Spumante Brut – Metodo Charmat








Giallo verdolino brillante dal perlage a grana fine, vivace e persistente. Al naso è fruttato e presenta note di pesca, mela gialla e fiori bianchi. Al gusto è piacevolmente acidulo, sapido, armonico, fruttato e setoso.
Uve: Aglianico del Vulture vinificato in bianco e altri vitigni a bacca bianca, ottenuto con fermentazione in autoclave.
Vendemmia: ultima settimana di agosto, prima settimana di settembre.
Esame organolettico:
Perlage: a grana fine, vivace e persistente.
Colore: giallo verdolino brillante.
Profumo: fruttato, emergono note di pesca, mela gialla e fiori bianchi.
Sapore: piacevolmente acidulo, sapido, armonico, fruttato e setoso. Abbinamenti: eccellente come aperitivo ma anche per il tutto pasto.
Temperatura di Servizio: intorno ai 8°-10°C.
Formati: 75 cl



Cantine del Notaio soc. agr. a r. l. Unipersonale
Via Roma, 159 - 85028
Rionero in Vulture (Pz)
Tel. (0039) 335 6842483
Tel. (0039) 0972 723689
Fax (0039) 0972 725435
info@cantinedelnotaio.it
P.IVA 01721610762

RECENSIONE IL MATTERELLO

IL MATTERELLO




Salve a tutti carissimi Lettori, oggi vi voglio parlare di una buonissima azienda che produce e commercializza pasta fresca artigianale , si tratta di: "Il Matterello" Pasta Fresca. 

"Il Matterello” nasce nel 1997. 
Sulle colline modenesi nel comprensorio della Comunità Montana, Manuela Baraccani inizia ad appassionarsi alla produzione di pasta fresca e alla sua commercializzazione.
Qualità del prodotto e puntualità del servizio sono le caratteristiche fondamentali “Il Matterello”.
Ieri, un piccolo laboratorio con la produzione esclusiva di tortellini e tortelloni, rigorosamente piegati e confezionati a mano.
Oggi, la tecnologia innovativa permette a “Il Matterello” di produrre a ciclo continuo, paste artigianali, piatti pronti, l’emiliana e paste integrali.
Tutti i prodotti “Il Matterello” sono disponibili freschi o surgelati, in vaschetta o in sacchetto.

I prodotti che produce e commercializza nello specifico sono:




Ho avuto il piacere di poter deliziare I Tortellini al Prosciutto cotto:

Riscaldano e sanno di tradizione: i tortellini in brod sono piatti importanti per molte famiglie. Dall'Emilia Romagna, si sono diffusi in tutta Italia e vengono preparati per il pranzo di Natale.


i Tortellini al Prosciutto Crudo fanno parte delle paste della tradizione emiliana

Tortellini di sfoglia sottile all’uovo con ripieno di carne e Parmigiano Reggiano, prodotti rispettando l’antica ricetta di Modena.
Disponibili freschi o surgelati, in vaschetta o sfusi in sacchetto.


I tortellini li ho cucinati in modo tradizionale, ho fatto un semplice brodo di pollo e ho aggiunto i tortellini, durante le feste Natalizieaccompagnati !Davvero ottimi e gustosi!!


















Voglio puntualizzare una cosa molto importante, si tratta della consegna dei prodotti, è veloce e puntuale, l'Azienda cerca sempre di far recapitare i prodotti al cliente in tempi molto stretti in modo tale da far mantenere intatta la freschezza!!infatti il tutto è arrivato puntualissimo e freschissimo!!!



PER INFO E ACQUISTI:



martedì 5 dicembre 2017

RECENSIONI L'IDAEALE

AZIENDA AGRICOLA L'IDAEALE







Pochi giorni fà ho avuto modo di provare le delizie di un'Ottima Azienda , vi parlo in questa Recensione dell'Azienda Agricola Idaeale.

L'Azienda Agricola L'Idaeale è una piccola azienda agricola a conduzione familiare che opera a Corigliano Calabro nella Pianura di Sibari, in Calabria, luogo famoso proprio per la produzione di agrumi, in particolare le Clementine della Sibaritide. E' azienda giovane, ma ha alle spalle ben tre generazioni di esperienza nella produzione di agrumi.
Attualmente l' azienda produce in agricoltura biologica, Limoni, Clementine, Arance, Zafferano puro in stimmi e Liquirizia pura Calabrese.
Hanno aperto da poco il negozio online tramite il sito di e-commerce e spediscono i loro prodotti in tutta Italia in 24/48 ore dalla raccolta. Sono presenti anche con dei negozi Amazon (https://goo.gl/yjkDEd) ed eBay (http://stores.ebay.it/GiardinoDigitale).


Ho ricevuto il pacco con i prodotti oggi e devo dire che è arrivato in pochissimo tempo ed in ottime condizioni, al suo interno vi erano:







Clementine Calabresi non trattate: sono senza semi, succose e facili da sbucciare. Si distinguono per il loro sapore dolce, aromatico e gustoso. Sono il fiore all'occhiello della Piana di Sibari e in generale di tutta la Calabria.

Le trovate qui: https://goo.gl/AGtnFS

Limoni non trattati chimicamente e garantiti per buccia edibile: si presentano con una fragranza profumata ed avvolgente oltre al loro colore giallo vivo. Il sapore è intenso e non eccessivamente aspro, inoltre la buccia non trattata rende il prodotto ideale per la preparazione di liquori, confetture ecc.

Le trovate qui: https://goo.gl/C84dyT

Arance Navel: dalla polpa fine e bionda, sono facili da sbucciare e possono essere consumate come frutto da tavola oppure per la preparazione di ottime spremute e confetture. 

Le trovate qui: https://goo.gl/TXAu2a

Zafferano puro in stimmi: è prodotto da bulbi biologici e di origine italiana. Lo zafferano di questa favolosa azienda viene raccolto al mattino presto quando i fiori sono ancora chiusi e subito gli stimmi vengono seperati dal fiore e fatti essiccare a temperatura costante di 40°C. Questo garantisce la conservazione delle proprietà organolettiche dello stimma. Ottimo per la preparazione di risotti, primi piatti e dolci.

Li trovate qui: https://goo.gl/CVQQE6

Radice purissima di Liquirizia Calabrese: le radici vengono estratte dalla pianta di liquirizia che cresce spontanea nei terreni dall' Azienda. Le radici vengono lavate, tagliate in comodi bastoncini ed essiccate. Il prodotto può essere utilizzato per la preparazione di tisane diuretiche, liquori, bevande, primi piatti ecc, viene a volte utilizzato anche dai fumatori per cercare di smettere di fumare.

Li trovate qui: https://goo.gl/TFk3Xe


Ho preparato con la mia torta con crema all'arancia fatta con le buonissime Arance dell' Azienda Agricola L'Idaeale .
2 UOVA

200 GR. di ZUCCHERO 
2 TAZZINE DI LATTE 
2 TAZZINE DI OLIO
1 BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI
300 GR. DI FARINA 00
UN PO DI BUCCIA DI ARANCIA GRATTUGGIATA


CUOCERE A 170° PER 30 MINUTI
RIPIENO:
SUCCO DI 2 ARANCE SPREMUTE
4 CUCCHIAI DI ZUCCHERO
1 CUCCHIAIO DI FARINA
CUOCERE A FUOCO LENTO












Mescolate tutti gli ingredienti della ricetta e poneteli in uno stampo da forno, la torta va cotta a 170° per 30 minuti.

Per il ripieno: in un pentolino ponete il succo delle due arance , lo zucchero e la farina e dopo avere ottenuto un composto senza grumi, accendete il fornello e portate ad ebollizione per alcuni minuti.Fate la prova del piattino per vedere se la crema è densa al punto giusto.

Buon Lavoro

Complimenti ancora all'Azienda Agricola L'Idaeale per gli ottimi prodotti e la grande professionalità!




Recensione Siddurà

SIDDURA'







Carissimi Lettori , oggi Vi parlo di Siddurà una bellissima Azienda ubicata in Sardegna.


Siddurà è Situata vicino al pittoresco villaggio medievale di Luogosanto, è considerata il cuore della Gallura, dove la nobile cultura del vino è antica come la storia della gente che, nel corso dei secoli, ha popolato questa terra. E’ in questo angolo di Sardegna che la tradizione si rinnova. 

Siddura nasce da una profonda ricerca di qualità, perfezione e armonia. Il loro obiettivo è quello di produrre vini che siano espressione della Sardegna più pura. 

L'Azienda scopre nel 2008 una proprietà abbandonata ma incantevole nel cuore della Gallura da li nasce una sfida affascinante. 

Siddura è nata da un sogno divenuto realtà grazie agli “artisti” che ogni giorno lavorano per questo ambizioso progetto.  Persone che, con il cuore, la testa e l’anima, ad ogni vendemmia creano un nuovo capolavoro.

La filosofia della loro produzione è basata sulla convinzione che la produzione del vino comincia nel vigneto, essendo il vino un vero riflesso del suo terroir. Questa considerazione influenza tutti gli aspetti della produzione: raccolti limitati per garantire la massima qualità, vendemmia selettiva a mano, micro vinificazione e invecchiamento nelle migliori botti francesi di quercia.

Primavera, estate, autunno e inverno…Siddura segue il gentile ciclo della Natura, in una zona dove il clima e le stagioni imprimono ai vini il loro carattere unico e particolare. Siddura si trova in un paradiso naturale, che tenta tutti i sensi con un paesaggio selvatico, punteggiato di fitte foreste di sugheri e profumato dalle fragranze della Macchia Mediterranea. Un territorio dove le colline proteggono le piante e dove la leggera brezza marina accarezza la vite attenuando le calde temperature estive. Sole, pioggia, terra, acqua…ed un vino secondo natura


Ho provato i seguenti vini:



SPÈRA ed ÈREMA









La vicinanza al mare, il clima mediterraneo, il granito della Gallura, il vento di maestrale, sono gli ingredienti che danno origine a Spèra, un bianco fresco e profumato, moderatamente alcolico, che si apprezza al meglio servito come aperitivo, ma anche come ideale accompagnamento a delicate pietanze di mare.
Abbiamo assaggiato il bianco Spèra 2016 abbinato con anelli di totano e bastoncini fritti.
Spèra è un bianco vivace e profumato, servito fresco va bene sia come aperitivo che come accompagnamento alle deliziose pietanze di mare.
E' un Vermentino fresco e profumato, moderatamente alcolico; questo grazie alla vicinanza al mare, il clima mediterraneo, il granito della Gallura, il vento di maestrale.

Un vino di carattere con un gusto fresco e profumato , ottimo l'abbinamento con le pietanze di mare che abbiamo mangiato.

Produttore: Siddura
Regione: Sardegna
Formato bottiglia: 75cl
Grado alcolico: 13,5%
Anno: 2016
Abbinamento: Aperitivi e Antipasti, Formaggi, Pasta e Minestre, Pesce

Giallo paglierino con caratteristici riflessi verdolini
Fine ed intenso. Delicate note fruttate di agrumi e di macchia mediterranea;
Secco, sapido e fresco, dal buon equilibrio gustativo e dalla piacevole persistenza














Èrema è il vino rosso più giovane della cantina. Un sapiente blend di uve rosse tradizionali vinificate in acciaio, dalle caratteristiche di freschezza e dai profumi di piccoli frutti del sottobosco, che lo rendono interessante fin dai primi mesi dell’anno. La sua morbidezza e la sua piacevolezza di beva creano un perfetto connubio sia con pietanze di terra che con quelle di mare.




ÈREMA (etrusco) – piccola piantina
Classificazione: IGT Isola dei Nuraghi Rosso.
Varietà: Cannonau 85%, Cagnulari 15%.
Comune di produzione: Monti, Usini – Sardegna (Italia).
Suoli d’origine: Sabbiosi da disfacimenti granitici e calcarei.
Altimetria: 200/300 slm.
Resa per ettaro: 65 q.li/ha.
Sistema di allevamento: Guyot e cordone speronato.
Densità di allevamento: 4500 piante/ha circa.
Vendemmia: Manuale, in piccole cassettine, tra la fine di Settembre e l'inizio di Ottobre. Il trasporto delle uve avviene con mezzi refrigerati per 
preservarne i profumi e proteggerle da eventuali fermentazioni.

Gradazione alcolica: 13,5% vol.
Capacità evolutiva: 3-5 anni.




Complimenti a Siddurà per l'ottimo Vino ,il loro meraviglioso lavoro e la bellissima Terra!!